2010 · 110 min.

Jeff Bridges interpreta il personaggio di Reuben “Rooster” Cogburn, interpretato per la prima volta da John Wayne, vincitore di un Oscar, nell’adattamento cinematografico del 1969. Rooster è assunto da una ragazza di 14 anni molto coraggiosa, Mattie Ross (la debuttante Hailee Steinfeld), che vuole vendicare suo padre. Il papà è stato assassinato dal codardo Tom Chaney (Josh Brolin), che è partito per il territorio indiano e che ora potrebbe cavalcare con un fuorilegge, Ned Pepper (Barry Pepper) e la sua banda. A loro si unisce un determinato Texas Ranger, LaBoeuf (Matt Damon), che vuole arrestare Chaney per un crimine commesso nello stato di Lone Star.

Questa nuova versione del romanzo di Charles Portis è stata scritta e diretta dai grandi fratelli Joel ed Ethan Coen, che trattano la storia con rispetto. Il dialogo è antiquato, ma alquanto istruito, e prende davvero vita grazie a questo cast ben scelto. La storia è semplice e il ritmo è molto efficiente. Serio a volte (e divertente altre volte), il film non si sposta mai troppo nel melodramma. Le scenografie sono meravigliose e la musica è mozzafiato.

Bridges si cala completamente nel ruolo del burbero, duro e gran bevitore, mentre Damon offre una delle sue migliori performance. Brolin e Pepper non si presentano fino a circa 80 minuti, ma svolgono un lavoro estremamente efficace. Non appena incontri Chaney, sai che lo detesti. Il cast di supporto comprende Dakin Matthews, Paul Rae, Domhnall Gleeson e Leon Russom. Ma la giovane Steinfeld impressiona più di tutti, dandoci un’eroina che è capace, determinata e molto matura per la sua età, una ragazza che può tenere la propria relazione con un personaggio come Stonehill (Matthews).

Il Grinta del 2010 è talvolta violento, ma in pratica è solo un buon esempio di narrazione appassionata che mantiene l’interesse degli spettatori.

Buona visione!


Trailer

Regia

Cast

Acquista ora!