2017 · 119 min.

Questo film si apre con lo spettatore che viene presentato ai quattro protagonisti del liceo che si trovano insieme in punizione. Sono: Spencer Gilpin, un ragazzo intelligente ma timido; Anthony “Fridge” Johnson, amico di Spencer che è un giocatore di football che viene sorpreso a barare; Bethany Walker, una ragazza popolare che ha usato il suo telefono in classe e Martha Kaply, una brava a scuola che non vuole fare educazione fisica. In punizione, vengono lasciati soli in una stanza e trovano una vecchia console di gioco. La collegano a una TV e selezionano i loro personaggi per poi ritrovarsi risucchiati nel gioco nei corpi dei loro personaggi. Ottengono anche le abilità assegnate ai loro personaggi.

In qualche modo inevitabilmente i loro nuovi avatar nel gioco sono piuttosto diversi dai loro personaggi del mondo reale. Spencer si ritrova nel corpo di Dwayne Johnson; Fridge diventa Kevin Hart, non più un grande atleta ma con la consapevolezza che bisogna fare gioco di squadra; Bethany è forse la più scioccata quando diventa Jack Black e Martha si ritrova nel corpo scarsamente vestito di Karen Gillan ma con abilità nelle arti marziali. Presto incontrano un personaggio che gli assegna il loro compito (Colin Hanks): se vogliono uscire dal gioco devono restituire una gemma alla statua da cui è stata rubata. Se vogliono fuggire, dovranno adattarsi ai loro nuovi punti di forza e di debolezza e lavorare in gruppo mentre affrontano una varietà di sfide. Ognuno di loro ha tre vite, ma è tutt’altro che chiaro cosa succede se perdono la terza, anche si presume che significhi morte vera.

In questo film i personaggi sono più dei loro stereotipi; qualcosa che imparano quando all’improvviso si trovano costretti a diventare personaggi molto diversi da loro stessi. Il cast è in gran forma e offre molte risate al pubblico. È stato bello vedere Dwayne Johnson interpretare un personaggio leggermente sfigato ed è stato divertente vedere Jack Black come una ragazza delle superiori! Anche Kevin Hart e Karen Gillan sono davvero bravi. L’azione è stata solida con un buon computer grafica che l’ha resa reale. Il cattivo non era un gran personaggio, ma ha senso dato che il film è stato pensato per essere come in un gioco: tutti i personaggi non giocanti sono limitati in ciò che dicono e fanno. Anche se non ci sono sorprese reali, la storia è molto ricca con il suo impressionante mix di azione, umorismo e personaggi fantastici. Nel complesso, consiglierei sicuramente questo film d’avventura in stile “Indiana Jones”.

Buona visione!


Trailer

Regia

Cast

Acquista ora!